albarossa-main

Il vitigno Albarossa nasce da una accurata selezione di innesti di  Nebbiolo e Barbera, uve autoctone profondamente radicate nel territorio, coltivate da secoli, eccellenza della produzione vinicola piemontese. Negli  anni ‘30, il professor Giovanni Dalmasso, uno dei più autorevoli ampelografi che l’Italia abbia mai avuto, dai cui studi furono tratti i primi contributi scientifici per la redazione dei disciplinari di produzione dei vini Doc e Docg, realizzò una serie di incroci varietali tra questi c’era, appunto, l’Albarossa, un vitigno a bacca nera ottenuto dall’incrocio di “mamma” Barbera e “papà” Nebbiolo.

il Podere Le Gaggie è stato tra i primi ad aderire al rilancio del vitigno Albarossa.

Prodotto da uve selezionate invecchiato per due anni in grosse botti di rovere.  Il risultato è un vino dal bel colore rosso rubino con sfumature violacee, dotato di un bouquet intenso e complesso, in cui prevalgono le sensazioni fruttate su quelle floreali ed alle quali si aggiunge una spiccata componente speziata (tabacco), di gusto caldo grazie all’elevato tenore in alcol e glicerina, mai spento per la sua giusta acidità, ben strutturato, armonico e vellutato, di elevata pienezza e persistenza gustativa. Lasciar decantare un’ ora. Più morbido, meno acido della Barbera d’Asti, è il classico vino da meditazione, non solo per accompagnamento pasto come la barbera.

Annata
2010

Classificazione
Denominazione d’origine controllata

Tipo di vino
Rosso

Epoca di imbottigliamento 
Giugno del 2º anno successivo la vendemmia.

Periodo di maturazione
Acciaio e poi affinamento in botti grandi di rovere per circa un anno

Gradazione alcolica
14° vol

Epoca di massimo godimento
Dai 2 ai 10 anni

Colore
Rosso rubino con sfumature violacee

Naso
Intenso e complesso, in cui prevalgono le sensazioni fruttate con una spiccata componente speziata (in particolare tabacco)

Bocca
Di gusto caldo, ben equilibrato per la sua giusta struttura armonica, vellutato di elevata pienezza e persistenza gustativa.

Temperatura di servizio
20° – 22°

Abbinamenti
Primi importanti, piatti di carne, formaggi stagionati.